lunedì 2 maggio 2011

La vita comincia a quarant'anni

Ma a quarant'anni, anzi, dai quaranta in su... come diventa la nostra vita sessuale?
Perché me lo chiedo?
Un po' perché sono paranoica (ma questo l'avevo già detto). Un po' perché mi ci ha fatto pensare, particolarmente, uno spettacolo visto la settimana scorsa.
Uno spettacolo di Claudia Penoni, per l'esattezza.
In una gag si parlava di una ragazzina, un'adolescente, che scrive a una rivista per ragazzine perché è sconvolta. E come mai è sconvolta? Perché rincasando a casa prima del solito ha scoperto i genitori che fanno l'amore. La ragazzina è sconvolta all'idea che “dei vecchi quarantenni” facciano ancora sesso. Per lei a quarant'anni il sesso non si deve fare più. È una cosa che non dovrebbe riguardare gente di quell'età, ormai. Secondo la ragazzina. Nella gag alla ragazzina si rispondeva grossomodo così: “Cara F., vorrei solo mettere da parte la tua lettera e rispedirtela fra vent'anni. Così potrai mandarti a quel paese da sola.”
Giusto, mi sono detta io.
Giusto?
Ma quanti la pensano così?
È vero che più si va avanti con gli anni più la vita sessuale diventa problematica?
Io ricordo mie parenti che a quarant'anni si dicevano già vecchie e pronte per lo sfasciacarrozze.
Ero piccola, quando le sentivo parlare così, ma me lo ricordo. E ridevo.
Ora però, chissà perché, non ci trovo più niente da ridere.
E voi?
Che ne pensate, voi?
Qui di fianco, a destra, c'è un sondaggino. Altrimenti, cliccando qui, c'è la versione più estesa dello stesso sondaggio, sul portale di leiweb. Rispondetemi. E aiutatemi a chiarirmi le idee!

2 commenti:

tenebrae ha detto...

troppe paranoie...il divertimento non ha età

(ammappelo, che dogma!)

tenebrae

Isabella Bella ha detto...

E io che ho detto? Che sono paranoica. Appunto ;-)
I.