domenica 20 marzo 2011

Pollice verde?

Quanto invidio le persone col pollice verde. Quelle che riescono a far prosperare fiori e piante. Io non ci riesco, con me le piante fanno tutte una brutta fine. Ho il pollice nero, non sono capace di seguirle. Certe volte si suicidano addirittura. Sul serio! L'anno scorso un tagete mi si è buttato giù dal balcone, pur di non stare con me. Insomma, ho il pollice nero. Però non mi arrendo all'evidenza: cerco sempre, nonostante la mia palese incapacità, di avere un bel balconcino fiorito. La primavera (che comincia domani) è pericolosa per me, in questo senso. Perché mi mette in testa che si debba, con quel bel sole, darsi al giardinaggio. Tutte le primavere spendo un mucchio di soldi e di fatica per rinverdire il mio balcone. Puntualmente in inverno mi ritrovo con una collezione di piante morte. Quest'anno, però, ho avuto quattro sopravvissute. Non so come abbiano fatto, ma ieri mi sono resa conto che fra lo sconquasso che ho sul balcone quattro piante sono, nonostante tutto, ancora vive. Eccole qua, in foto: il timo, la salvia, la mentuccia e la pianta grassa (non so di che tipo) sono riuscite a resistere. Saranno loro il punto di partenza per la fioritura di quest'anno?

2 commenti:

tenebrae ha detto...

qualche giorno fa ho pubblicato una foto del mio misero balcone....

è una foto che potrebbe farti venire MOOOOLTA autostima nell'ambito piante sul terrazzo...

(forse l'avevi anche commentata)

t&t

Isabella Bella ha detto...

Le mie piante sopravvissute sono sopravvissute NONOSTANTE me... ma fino a ieri pensavo che quelle roba verde sul balcone fossero tutte erbacce. Sob! Non lo faccio apposta, è che proprio non riesco a stargli dietro: o le annego o le disidrato!
I.